Quali sono le commissioni per le transazioni sui Bitcoin?

Con il Portafoglio Bitcoin Conio paghi solo la commissione ai Miner: l’uso del tuo Portafoglio è gratuito e non applichiamo nessuna commissione aggiuntiva rispetto a quella richiesta dalla rete Bitcoin.

Cos’è la commissione ai Miner?

La commissione ai Miner è ciò che garantisce la transazione ed è richiesta per utilizzare la rete Bitcoin. Le commissioni, chiamate anche Miner Fee, sono delle ricompense per i “minatori” (“miners” in inglese), cioè quelle persone o società che inseriscono le tue transazioni all’interno della rete. Quindi, quando paghi la commissione, stai pagando i minatori di tutta la rete Bitcoin per rendere ufficiale la tua transazione e includerla nella Blockchain correttamente.
E' così che viene reso possibile lo scambio certificato dei Bitcoin.

A quanto ammonta la commissione ai Miner?

L'ammontare della commissione cambia: non esiste una commissione fissa da applicare ma, più questa è alta, più è probabile che il tuo pagamento venga confermato con priorità rispetto ad altri. La commissione infatti si paga per poter utilizzare la rete Bitcoin e far includere la tua transazione nella Blockchain: il costo richiesto cambia in base all'andamento del mercato.

I miner sono indipendenti da noi di Conio, ma noi ti diamo una mano: di volta in volta calcoliamo per te la commissione con il miglior rapporto costo/velocità della transazione.

Ricorda

Le commissioni sono a carico del mittente.
E se sei in Italia o all’estero e vuoi inviare Bitcoin verso un altro Paese del mondo, le commissioni restano uguali: con il Portafoglio Bitcoin Conio puoi inviare e ricevere Bitcoin liberamente, senza costi accessori.

Per saperne di più: la commissione e la velocità

Per poter essere sicura, la rete Bitcoin necessita di un altissimo numero di partecipanti, che salvino una copia del registro globale Blockchain, e lo validino in modo indipendente grazie a meccanismi crittografici. Queste validazioni richiedono un numero di calcoli e un impiego di energia molto importante, da parte di chi lavora per farlo: negli anni sono nati, dislocati in tutto il mondo, migliaia di Data Center dedicati esclusivamente a questo compito. Le commissioni di transazione servono a remunerare questi nodi, e vengono pagate dal mittente per ogni transazione che si desidera inviare alla rete Bitcoin. A seconda di quanto veloce si vuole che una transazione venga confermata, è necessario pagare una commissione più o meno alta.

Questo fa la differenza fra una transazione confermata immediatamente e una per cui potrebbero essere necessarie diverse ore, e in Conio lavoriamo per calcolare sempre la migliore commissione, tutelando sia la tua spesa che la robustezza delle tue transazioni. Noi di Conio non percepiamo alcun ricavo dalle commissioni della tua transazione: paghi direttamente il nodo della rete che includerà la tua transazione in un Blocco.

La commissione si paga per kilobyte

Le Miner Fee non possono mai essere superiori ad ⅓ dell’ammontare dei Bitcoin inviati. Il prezzo per kilobyte di una transazione cambia in base all’andamento del mercato dei minatori.