Come faccio a fare arrivare i Bitcoin più velocemente?

Scarica il tuo Portafoglio Bitcoin Conio.

Con il Portafoglio Bitcoin Conio puoi premere sull’acceleratore. Sulla rete Bitcoin una transazione impiega circa 10 minuti ad arrivare al destinatario, ma nei periodi di traffico intenso, i tempi possono aumentare. Tu puoi saltare la “coda” e accorciare le attese per riportarle alle normali tempistiche di circa 10 minuti.

Prima di inviare i Bitcoin

Scegli il tempo di invio
Quando effettui un ordine di invio, puoi scegliere la velocità a cui desideri che i Bitcoin arrivino al destinatario.
Per farlo, ti basta inserire i dettagli per il tuo ordine di invio:

  • indirizzo Bitcoin del destinatario
  • ammontare di Bitcoin da inviare

A questo punto, nel Riepilogo dell’invio, prima di confermare l’operazione, puoi scegliere l’arco temporale in cui desideri che i Bitcoin arrivino a destinazione. L’arco temporale più breve prevede fra 0 e 20 minuti per far arrivare i Bitcoin. Questo perché sulla Blockchain viene incluso un nuovo Blocco con le operazioni circa ogni 10 minuti.
Ad ogni opzione di tempo, è associata automaticamente la fee da destinare ai Miner, per consentire l’operazione.

Quando i Bitcoin sono già partiti

1. Accelera i pagamenti
Se vuoi velocizzare ulteriormente dei Bitcoin, la funzionalità Accelera ti permette di velocizzare un pagamento in Bitcoin, che hai già effettuato verso qualunque negozio, persona, o sito web che accetta Bitcoin.
Quando i Bitcoin che hai inviato non sono ancora arrivati a destinazione, puoi Accelerare l’operazione andando nella sezione Movimenti della tua app.
2. Accelera le Ricezioni
Se qualcuno ti ha inviato dei Bitcoin, ma li stai ancora aspettando, puoi ridurre l’attesa andando alla sezione Movimenti dell’app. Così puoi assicurarti ad esempio di rivenderli prima che subiscano cambiamenti di valore.

Come accelerare un’operazione
Nella sezione Movimenti della tua app, puoi vedere le operazioni che sono ancora in Attesa. Aprendo il dettaglio dell’operazione, puoi vedere:

  • Tutte le operazioni che sono in coda per essere incluse nella Blockchain

  • La posizione nella coda della tua operazione

  • La data di invio dell’operazione

  • Il tempo stimato per l’arrivo

Per velocizzare l’operazione devi toccare il pulsante Accelera.
A questo punto, puoi scegliere l’arco temporale in cui desideri che i Bitcoin arrivino a destinazione. Ad ogni opzione di tempo, è associata automaticamente la fee da destinare ai Miner, per consentire l’operazione.
Se per la tua operazione è già prevista l’inclusione nel primo blocco disponibile, i Bitcoin arriveranno già al destinatario nell’arco di una decina di minuti e non sarà necessario Accelerare ulteriormente la transazione.

Come Funziona Accelera
Sulla base della velocità che scegli, viene calcolata in automatico una nuova fee da offrire ai Miner della rete. La tua transazione così diventa più interessante per i Miner, che daranno priorità ai tuoi Bitcoin, consentendo di saltare la “coda” ed essere registrati sulla Blockchain più velocemente. 

La funzionalità Accelera ti può essere utile anche per saltare eventuali tempi di attesa nei periodi di grande utilizzo della rete da parte delle persone.

Per saperne di più

Per capire il meccanismo di queste funzionalità può essere utile prima approfondire il meccanismo della Rete Bitcoin.

1. INCLUSIONE NELLA RETE

  • Quando si effettua una transazione, questa viene inviata da un Nodo alla rete Bitcoin attraverso gli altri Nodi.

  • Per essere affidabile, un’operazione deve essere inclusa in un Blocco della Blockchain dai Miner.

  • Ogni Blocco ha capienza limitata. Ne viene incluso uno nuovo nella Blockchain ogni 10 minuti.

2. LA CODA IN ATTESA DEI MINER

  • Le transazioni, prima di essere incluse nei blocchi, vengono messe dai nodi in coda sulla Mempool, lo spazio dedicato alle transazioni in attesa.

  • Per scegliere quale fra le transazioni in attesa inserire nel Blocco, i Miner danno precedenza alle operazioni più remunerative in termini di Fee per Byte.

3. LUNGHE ATTESE E FEE ALLE STELLE

  • Operazioni partite prima possono attendere più tempo di nuove operazioni, se queste ultime pagano più Fee per Byte.

  • Operazioni di importi bassi, possono pesare più byte di operazioni con ammontari molto elevati e risultare più costose.

  • Per le persone è complesso sapere quanti Byte pesa un’operazione e quindi quante fee pagare per una transazione.

Nei periodi di picco di utilizzo della rete Bitcoin, le transazioni in tutto il mondo hanno subito spiacevoli rallentamenti, pur con Fee molto elevate.

Il meccanismo della Funzionalità Accelera
In Conio adoperiamo il funzionamento delle transazioni usato sulla rete Bitcoin per risolvere i problemi di affollamento della Mempool, rendendo semplici questi meccanismi per i clienti.

Questi meccanismi sono: Fee Selection, CPFP (Child Pays for Parents), e RBF (Replace by Fee).

 

ALGORITMO INNOVATIVO DI FEE SELECTION

Per ottimizzare l’importo delle fee per byte associate alla transazione, abbiamo sviluppato un algoritmo di selezione delle fee.

  1. SCELTA DELLA FEE
    (basata su meccanismo di Fee Selection)
  • Si ispeziona la mempool del nodo, (che comprende tutte le transazioni che si vedono in attesa su tutta la rete Bitcoin) e si valuta le fee necessaria per transare in un dato momento, calcolata in satoshi per byte.

  • Si calcola il peso in byte della transazione per spostare i Bitcoin (il peso in byte può variare ad es. in base al fatto che l’indirizzo mittente abbia più o meno unspent, o al numero di chiavi necessarie per autorizzare la transazione)

  • Il nostro algoritmo dà una stima della spesa per byte necessaria perché la transazione sia inclusa nel numero di blocchi calcolato per transare nel tempo desiderato. In questo modo viene associata la fee per byte che consente alla transazione di essere inclusa nel numero di blocchi desiderato.

     2. ACCELERAZIONE 
        (basata su meccanismo di RBF - Replace By Fee)

  • E’ stata implementata la possibilità di effettuare un’operazione di RBF sulle transazioni in uscita. Secondo questo approccio, con il wallet Conio la fee di ogni transazione in uscita è sostituibile.

  • Per poter accelerare una transazione è necessario rendere più appetibile per i miner le fee per byte della transazione.

  • Si ispeziona la mempool del nodo, (che comprende tutte le transazioni che si vedono in attesa su tutta la rete Bitcoin) e si valuta le fee necessaria per transare più velocemente in un dato momento, calcolata in satoshi per byte.

  • L’algoritmo di Conio dà una stima della spesa per byte necessaria perché la transazione sia inclusa più velocemente entro il numero di blocchi desiderato. In questo modo viene associata la fee per byte che consente alla transazione di essere inclusa più velocemente in un blocco.

  • Per accelerare l’invio dei Bitcoin, viene creata una nuova transazione che, come output, genera gli stessi UTXOs (unspent transaction outputs) generati dalla prima transazione, e lo stesso destinatario. L’unica caratteristica che distingue le due transazioni è l’importo delle fee.

  • La transazione originaria, che era già stata trasmessa alla rete, viene cancellata, e rimpiazzata sulla mempool dalla nuova transazione. La precedente sarà comunque reperibile e valida, ma gli algoritmi implementati dai miner la renderanno non valida.

  • La differenza di fee rispetto all’ammontare previsto nella transazione iniziale viene prelevate dall’indirizzo mittente.
    Quando effettui questa operazione, la nuova fee prende il posto della precedente.

     3. ACCELERAZIONE DELLA RICEZIONE
        (basata su meccanismo di CPFP - Child Pays for Parents)

  • Per poter accelerare una transazione è necessario rendere più appetibili per i miner le fee per byte della transazione.

  • Si ispeziona la mempool del nodo, (che comprende tutte le transazioni che si vedono in attesa su tutta la rete Bitcoin) e si valuta le fee necessaria per transare più velocemente in un dato momento, calcolata in satoshi per byte.

  • L’algoritmo di Conio dà una stima della spesa per byte necessaria perché la transazione sia inclusa più velocemente nel numero di blocchi calcolato. In questo modo viene associata la fee per byte che consente alla transazione di essere inclusa più velocemente in un blocco.

  • Attraverso il meccanismo “Children pay for parents” (CPFP) vengono usati gli unspent del destinatario della transazione.
    Gli UTXOs (unspent transaction outputs) generati dalla transazione in ingresso sono spendibili dal destinatario in quanto proprietario della chiave privata associata all’indirizzo su cui i Bitcoin devono essere depositati. Utilizzando la sua chiave pubblica, firmando la transazione con la chiave privata, infatti il destinatario dimostra di avere la titolarità dell’indirizzo di destinazione e dei relativi Bitcoin in arrivo.

  • Viene creata una nuova transazione che spende gli UTXOs generati dalla transazione in ingresso. Questa nuova transazione viene inviata ad un indirizzo controllato dal destinatario della prima transizione e prevede Mining Fee superiori alla prima.
    Le nuove fee devono essere di un ammontare sufficiente ad incentivare i Miner ad includere entrambe le transazioni nel blocco.
    Per ottenere le fee della seconda transazione infatti i Miner devono per forza includere nel blocco anche la prima transazione, altrimenti la seconda non risulterebbe valida.

  • Le fee pagate dal destinatario saranno quindi solo quelle della nuova transazione effettuata verso l’indirizzo controllato. Le fee della prima transazione erano infatti state pagate dal mittente.